Il Corpo delle guardie di Confine in Ticino tra perplessità e ripristino della necessaria serenità – Atto parlamentare

In Ticino, il Corpo delle guardie di confine è particolarmente apprezzato per il suo servizio in favore della popolazione. L’impegno e la dedizione di questi professionisti ha permesso di superare momenti difficili negli ultimi anni quando le frontiere erano sotto pressione per un flusso migratorio straordinario. La rimozione e lo spostamento dei vertici ha destato interrogativi, finora inespressi, vista la delicatezza del tema e la sbalorditiva rapidità degli interventi. Tre aspetti sollevano perplessità che meritano di essere fugate. Da un lato l’emergere di un clima di lavoro insopportabile, poi la scoperta di un fondo cassa gestito a discrezione dei responsabili e infine la lodevole donazione per costituire il patrimonio iniziale di un’associazione, la React che ha come scopo la promozione e il sostegno di attività di ricerca applicata e l’implementazione dei rispettivi risultati nell’ambito delle tecnologie che favoriscono una migliore interazione comunicativa delle persone disabili. Fin qui gli elementi emersi da “La Regione” e relativi quesiti: Continua a leggere “Il Corpo delle guardie di Confine in Ticino tra perplessità e ripristino della necessaria serenità – Atto parlamentare”