Chi decide nel nostro Paese?

Il 25 novembre decideremo chi deve avere l’ultima parola nel nostro Paese. E dunque se, in caso di conflitto, debba essere applicata la Costituzione federale o il diritto internazionale. Rifiutando l’iniziativa per l’autodeterminazione e attribuendo la priorità al diritto internazionale, cosa che non fa alcun Paese al mondo, limiteremo gli effetti della nostra democrazia diretta. L’applicazione degli articoli costituzionali democraticamente votati dalla maggioranza del Popolo e dei Cantoni svizzeri sarebbe subordinata al giudizio delle organizzazioni internazionali e dei giudici stranieri. Continua a leggere “Chi decide nel nostro Paese?”

I fumogeni della giudice svizzera di Strasburgo a cui non piacciono le iniziative popolari

La giudice Keller ha affermato a mezzo stampa sostanzialmente tre cose:

1. L’iniziativa non rispetta l’unità di materia;

2. Il parlamento ha chiuso gli occhi;

3. Le iniziative popolari sono diventate delle pericolose vacche sacre.

Sotto il profilo dell’unità della materia non è necessario perdere troppo tempo per rispondere al fumogeno della giurista. Il Consiglio federale ha confermato a chiare lettere nel suo messaggio del 5 luglio 2017 che, in merito a questo aspetto, non vi è nulla da eccepire. L’iniziativa rispetta l’unità della materia. Continua a leggere “I fumogeni della giudice svizzera di Strasburgo a cui non piacciono le iniziative popolari”

L’ultima parola – Opinione Liberale del 31.08.2018

Agli svizzeri la democrazia diretta sta a cuore. Sapere di poter avere l’ultima parola, praticamente su tutto, è rassicurante. D’altronde la Svizzera è un Paese che gode di un alto tenore di vita anche grazie al minor potere attribuito alla classe politica. Il popolo svizzero può far uso di strumenti quali il referendum e l’iniziativa per contestare decisioni prese o per proporre nuovi progetti. E soprattutto può affermare principi e valori intervenendo sulla Costituzione, se vi è la convinzione della maggioranza dei Cantoni e dei cittadini. Continua a leggere “L’ultima parola – Opinione Liberale del 31.08.2018”